fbpx
Come scegliere il ripetitore WiFi

Come scegliere il ripetitore WiFi

Molte volte il solo router non basta a coprire tutta la casa. In questi casi arriva in soccorso il ripetitore WiFi che ha come obiettivo quello di captare il segnale del router e amplificarlo nei posti in cui non arriva.

Sul mercato esistono tantissimi modelli diversi di ripetitore WiFi. Per questo è utile analizzare delle caratteristiche specifiche per aiutarci nella scelta al momento dell’acquisto. Ecco le principali.

Il primo punto su cui soffermarci è quello della compatibilità. Questo non significa che il ripetitore debba essere della stessa marca del nostro router, ma che dobbiamo accertarci che le classi WiFi del ripetitore siano uguali o superiori a quelle del router. Esistono diverse classi  in base alla diversa capacità di trasferimento: la wirless 802.11 b, la più datata, arriva a 11 megabit al secondo, mentre la 802.11 n arriva fino a 450 megabit al secondo.

Altro aspetto molto importante è la questione delle bande di frequenza. La differenza più significativa tra una WiFi 2,4 GHz e una 5GHz è che:

  • la prima ha un maggior raggio di azione e riesce ad oltrepassare meglio gli oggetti,
  • mentre, la seconda, ha un minor raggio di azione e poca capacità di superare ostacoli, come i muri, ma è meno soggetta alle interferenze.

La rete WiFi da 2,4 GHz è la più utilizzata, anche se la 5GHz ha ben 23 canali di trasmissione dati contro i 13 canali della 2,4 GHz.
Quando troviamo scritto sulla confezione del ripetitore “Dual band” significa che il dispositivo supporta sia la banda a 2,4GHz sia quella a 5GHz.

Da tenere in considerazione sono anche le funzionalità del ripetitore. In primo luogo, c’è la funzionalità di solo ripetitore: viene semplicemente ripetuto il segnale del router WiFi per ampliarne la portata. E’ in genere un tipo di ripetitore economico e piccolo, che si può installare inserendolo direttamente in una presa di corrente.

C’è po l'”Access Point“: “punto di accesso”. Questa funzionalità crea, oltre alla funzione di ripetitore, un accesso WiFi alla rete domestica dove manca.

Infine, la funzionalità Bridge, tipica di modelli di fascia alta. Permette di collegare al ripetitore anche altri dispositivi come stampanti o smart TV.

Tra le funzionalità, infatti, possiamo far rientrare anche le porte di ingresso. Ne esistono di diversi tipi, Ci sono le porte Ethernet, che consentono di collegare pc, decoder e altri dispositivi a Internet tramite cavo; e le porte USB che invece offrono ingressi audio per riprodurre musica e permettono di collegare alla rete dispositivi come stampanti.

Infine, ultimo elemento da tenere presente al momento dell’acquisto è il supporto WPS: una tecnologia che permette di collegare, e mantenere questa connessione, due dispositivi (ruoter e ripetitore) con la sola pressione del testo.

La fascia di prezzo bassa dei ripetitori WiFi comprende in genere strumenti con velocità di 300 megabit al secondo, sono single band e funzionano come soli ripetitori.
I prodotti di fascia media, invece, hanno una velocità che si aggira su 800-1200 megabit al secondo e sono Dual Band.
I prodotti di fascia alta, infine, hanno una velocità di 1900-2200 megabit al secondo.

Una volta confrontate le principali caratteristiche dei diversi ripetitori WiFi sarà molto più semplice scegliere quello più adatto alle nostre esigenze. Di seguito elenchiamo alcuni ripetitori diversi per funzionalità.

 

Primo tra tutti, nella fascia di prezzo economica, TP-Link TL-WA850RE, che include una porta Ethernet e assicura una velocità massima di 300Mbps. Si tratta di un single band, adatto quindi ad un router ugualmente a banda singola. Per configurarlo basta collegarlo ad una presa elettrica ed associarlo alla rete.

 

 

Un altro modello comunemente acquistato, è il Netgear Nighthawk X4. E’ un dual band che riesce ad arrivare ad una velocità di 2200 Mbps. Dotato anche di una porta Ethernet e di Access Point, permette di collegarci tanti dispositivi mantenendo ugualmente performance elevate.

 

 

 

 

Infine, modello di fascia alta degno di nota è Netgear EX7000. Dual Band, ideali per ritrasmettere segnale e permetta di giocare o guardare film in streaming. Arriva infatti ad una velocità di 1900 Mbps. Funziona anche come bridge ed offre cinque porte LAN e una USB.

 

 

 

Contattaci subito per un preventivo

9 + 9 =

Costo sito web

Costo sito web

Le voci di costo da tenere presente per conoscere il costo sito web

 Costo sito web – quello che gli altri non ti dicono Anche tu stai pensando di aprire un sito web per la vendita online dei tuoi prodotti, ma prima di fare un investimento vuoi vederci chiaro sui costi che ciò comporterebbe per la tua impresa. Tra i mille preventivi di web agency dell’ultima ora e sedicenti freelancer non sai come orientarti?

Bene, di seguito proverò ad aiutarti  illustrandoti quali sono i fattori di cui tenere conto per provare a stimare i costi di un sito e-commerce vincente.

 Costo sito web –i fattori su cui concentrarsi  Internet è uno strumento che ti offre enormi e numerose opportunità per il tuo business, tuttavia ci sono dei costi che non è opportuno sottovalutare se si vuole implementare una strategia vincente. Vediamo le principali voci di costo

 

Costo sito web, i costi minimi iniziali

 

Prima di cominciare a ragionare di siti troppo elaborati e complessi, è opportuno riflettere sul costo minimo necessario per avviare la vendita online. Vediamo allora le voci di costo minime di cui tener conto:

La piattaforma ecommerce da te selezionata avrà un costo, è possibile scegliere tra piattaforme opensource, closedsource e Saas ( Software as a Service). A seconda di quella prescelta varieranno i costi di acquisto, delle licenze e del canone annuo a tuo carico

La personalizzazione estetica ha anch’essa un costo. Questo può anche variare in funzione della piattaforma ecommerce da te selezionata e dal grado di personalizzazione ad essa associato

Il costo del gateway di pagamento non è da sottovalutare. Affinché tu possa ricevere il pagamento tramite carta di credito è necessario che il tuo software e-commerce sia in grado di comunicare con la tua banca. A parte la commissione che dovrai corrispondere alla banca, l’altro costo sarà il pezzo del software che farà comunicare il tuo sito  con la banca.

La gestione delle e-mail transazionali avrà ovviamente un costo di gestione a seconda che tu voglia gestirle manualmente o tramite piattaforme apposite

I costi di spedizione, sebbene possano essere addebitati al cliente, andranno ben ponderati vista il flusso discontinuo e irregolare degli ordini a cui sarai soggetto

In più qualora la tua gestione di magazzino e spedizioni sia ottimizzata da un software gestionale dovrai sostenere altri costi. Infatti ulteriori spese sono necessarie per permettere a piattaforma ecommerce e i tuoi software interni di comunicare e cooperare.

Se vuoi approfondire > https://www.nardoniweb.com/contatti

Hai ancora dei dubbi? Vuoi altri consigli?

Siamo disposti a darteli gratuitamente, scambiamoci informazioni, parliamo dei tuoi progetti, analizziamo le opportunità insieme senza impegno
> https://www.nardoniweb.com/contatti

Che tu sia un imprenditore, un libero professionista o un privato, il consiglio migliore che possa darti è rivolgerti a persone esperte che lavorano in questo campo da anni e mettono la loro conoscenza a disposizione di privati e imprese a costi vantaggiosissimi: Nardoniweb è la web agency di Firenze leader nel settore.
https://www.nardoniweb.com/contatti

costo sito web internet e commerce online basso prezzo toscana firenze

 

Contattaci subito per un preventivo

5 + 12 =

Navigatore satellitare: guida all’acquisto

Navigatore satellitare: guida all’acquisto

Per lavoro o per svago, in mazzo a strade non conosciute, la tecnologia ci è venuta incontro con il navigatore satellitare.

E’ vero che con i nostri smartphone e con applicazioni come Google Maps abbiamo a disposizione un servizio simile, ma un navigatore satellitare offre risultati sicuramente migliori. Vediamo allora le principali variabili da tenere presente al momento dell’acquisto di questo utile strumento: schermo e visualizzazione, connettività, mappe, informazioni sul traffico.

1. Schermo e visualizzazione

Due sono le principali modalità di visualizzazione del percorso: la modalità mappa e quella nota come “volo d’uccello“. Entrambe sono a due dimensioni: mostrano il percorso su un piano orizzontale, senza la presenza di rilievi o edifici. La mappa è utile per visualizzare il tragitto interamente, mentre il volo d’uccello è più utile durante la guida dal momento che rende l’orientamento più semplice. Nei modelli più avanzati è presente anche la visualizzazione in 3D grazie alla quale sono visibili edifici e immagini in tre dimensioni.

Per quanto riguarda lo schermo, generalmente i navigatori sono widescreen: adottano una proporzione 16:9, con dimensioni che variano dai 4,3 pollici ai 7 dei modelli di fascia più alta. Generalmente, i 5 pollici sono un compromesso utile, sia da un punto di vista economico che di praticità.

La risoluzione dello schermo non è un elemento prioritario in un navigatore, ma comunque i vari modelli si differenziano anche sotto questo punto di vista: i navigatori di fascia più bassa partono da risoluzione inferiori 480 x 272 px, ed i modelli di fascia alta da circa 800 x 480 px.

2. Connettività

E’ estremamente utile che il nostro navigatore possegga connessione sia ad Internet sia con altri dispositivi. La maggior parte è infatti equipaggiata dal Bluetooth, che consente di collegare il navigatore al telefono.

Nei dispositivi di fascia alta è anche possibile scaricare un’app sullo smartphone per il controllo del navigatore sul proprio telefono, consentendo anche il controllo vocale (inviare comandi a voce, senza l’utilizzo delle mani).

Generalmente ogni navigatore permette il collegamento tramite USB a un computer per poter aggiornare il sistema operativo e le mappe. Utilissima sotto questo punto di vista è la presente di uno slot per una scheda Micro SD che aumenta la memoria interna del dispositivo.

 3. Mappe

Un navigatore offre una maggiore precisione e stabilità rispetto agli smartphone. E’ importante verificare al momento dell’acquisto il pacchetto delle mappe gratuite e quali sono le modalità di aggiornamento delle mappe. In genere, l’offerta base copre circa 22 paesi dell’Europa centrale e occidentale, mentre le offerte migliori arrivano a 57 paesi. Mappe aggiuntive possono essere installate dopo pagamento in un secondo momento.

Oltre a questo, dobbiamo considerare se e come le mappe possono essere aggiornate e se comporta costi aggiuntivi. Generalmente, gli aggiornamenti sono gratuiti per le mappe base, già presenti al momento dell’acquisto del dispositivo. Gli aggiornamenti possono essere facilmente installati grazie ad un software sul computer e da lì collegarle al navigatore tramite cavo USB.

4. Informazioni traffico

Altro fattore da tenere in considerazione è quello sulle informazioni su traffico e viabilità, sia in tempo reale che non. Una funzione aggiuntiva che può essere molto apprezzata è quella della segnalazione di autovelox, o di deviazioni e lavori in corso. Spesso questi servizi sono a pagamento o vengono offerti gratuitamente per un breve periodo di tempo. Solo i navigatori di fascia alta garantiscono più servizi già inclusi all’acquisto. Comunemente le informazioni offerte riguardano:

  • autovelox
  • tempi di percorrenza intelligenti
  • calcolo del percorso intelligente
  • ricerca parcheggio
  • segnalazione eventi (cantieri, incidenti, manifestazioni ecc.).

5. Prezzi: fascia alta e fascia media

Inutile a dirsi che navigatori di qualità superiore, dotati di più servizi ed opzioni, costano di più. Le fasce di prezzo sono:

  • Fascia bassa: 80-100 euro. Mappe per circa 20 paesi con aggiornamenti gratuiti; connessione solo a computer; servizi informazioni offerti in prova.
  • Fascia media: 140-180 euro. Mappe per circa 50 paesi con aggiornamenti gratuiti; connessione Bluetooth; alcuni servizi inclusi a vita.
  • Fascia alta: 250-300 euro. Mappe per tutto il mondo con aggiornamenti gratuiti; connessione Internet e Bluetooth; diversi servizi inclusi a vita.

Consigli per l’acquisto

Sul mercato sono disponibili tanti tipi di navigatore diversi. Un consiglio utile per l’acquisto è quello di verificare anche online il prezzo perché spesso è inferiore rispetto a quello in negozio e sono offerte anche alcune opzioni pacchetto (acquistando un navigatore è incluso un servizio informazioni a vita). Ci sono poi modelli che includono nell’acquisto la custodia per il tuo navigatore. Prima della tua scelta valuta quali sono le tue esigenze ed in base ad esse confronta i dispositivi più vantaggiosi.

Tra i migliori navigatori possiamo segnalare:

  • TomTom Start 52: navigatore economico (vedi fascia bassa). Display da 5 pollici
  • Garmin Drive 40 CE LMT: navigatore di fascia media. Presenti info traffico e Bluetooth. Display da 5 pollici. Mappe aggiornate per 45 paesi.
  • TomTom GO 520: navigatore di fascia alta. Dispone di Tutor e autovelox. Display da 5 pollici.

 

Contattaci subito per un preventivo

3 + 11 =

Team Viewer, scopriamo come funziona

Team Viewer, scopriamo come funziona

Hai bisogno di connetterti in remoto a un PC? Ecco Team Viewer che ti offre la soluzione

Team Viewer è un potente ed intelligente programma che ti permetterà di prendere il controllo remoto di un PC su Internet (TeamViewer).

Questo lo rende ideale per recuperare i file dimenticati su pc lontani  da quello che stiamo usando. Di conseguenza, è anche un ottimo modo per aiutare gli amici e la famiglia con i loro problemi in remoto, senza doversi spostare ogni volta di persona.

Se sei un utente domestico, puoi scaricare e installare il software gratuitamente. Per uso aziendale ci sono invece varie opzioni di licenza.

Team Viewer, come usarlo all’atto pratico

Ecco la procedura per gestire un PC, avendo a disposizione il suo desktop a distanza con Team  Viewer.

  1. Scarica il software. Team Viewer, funziona come una conversazione telefonica tra due PC, quindi entrambe le macchine dovranno avere il software installato.
  2. Configura. Ora fai clic su “Esegui” nella parte inferiore dello schermo e, quando richiesto, accetta il contratto di licenza. Tutto quello che devi fare è fare clic su “Avanti” per procedere nei vari passaggi.
  3. Crea un account. Dovrai fornire una password al tuo computer. Nella schermata seguente ti verrà chiesto di fornire il tuo indirizzo email e una password apposita per Team Viewer. Prendi nota del tutto, perché ne avrai bisogno in seguito.
  4. Attiva il tuo “Team” di computer seguendo i passaggi richiesti.
  5. Imposta il tuo laptop. E’ il momento di accendere il tuo laptop e installare TeamViewer anche lì.
  6. Prendi il controllo. Guardando il tuo PC principale, annota il numero accanto a “Il tuo ID”. Ora, lavorando sul tuo portatile, inserisci questo numero nella casella “ID partner”. Fai clic su “Connetti al partner” e inserisci la password di TeamViewer. Apparirà il desktop di Windows del tuo PC desktop.
  7. Accedi al tuo PC da remoto. Lavorando sul tuo laptop, ora dovresti essere in grado di spostare le icone sul tuo altro PC. È possibile aprire programmi, chiudere programmi, recuperare files e apportare modifiche alla configurazione del sistema. In questa modalità, TeamViewer è ideale anche per la risoluzione dei problemi dei PC da remoto.

Contattaci subito per un preventivo

15 + 1 =

Cos’è Amazon Echo e come funziona.

Cos’è Amazon Echo e come funziona.

 Amazon Echo, il nuovo dispositivo del gigante del web. Cos’è e come funziona.

Amazon Echo è il nuovo prodotto per assistenza vocale a casa, è capace di rispondere a varie domande, tipo su come sarà il tempo o dove si trova un negozio. Può impostare una sveglia e tanto altro, insomma vuole renderci la vita più facile.

Come funziona

Echo è una serie di altoparlanti collegati ad Alexa un programma di ricerca vocale. Funziona attraverso 7 microfoni far-field che consentono al dispositivo di poter captare il comando vocale da ogni parte della stanza, che ci sia del rumore o no.

Il suo aspetto.

E’ a forma di cilindro nero e funziona solo se collegato alla corrente elettrica.  Alexia invece, può leggere notizie e può essere programmato per la ricerca di aggiornamenti personalizzati in base dello studio delle preferenze in modo tale da fare una lista.  Può far conoscere le previsioni del tempo di qualsiasi posto;  Grazie a Alexa è inoltre possibile controllare la propria casa e i dispositivi connessi alla rete, telefonare. Alexa risponde a domande, tipo: qual è stato il risultato della partita dell’Italia? e può  trasmettere musica.

amazon echo

 

Cosa fare per  utilizzare Alexa,

Per usare Alexa e quindi anche Echo bisogna prima fare due step fondamentali:

  • aprire  un account Amazon. Se non lo hai già, è facile e gratuito basta andare sul sito e dare le credenziali.
  • Scaricare sul proprio smartphone o tablet l’applicazione Alexa. Questa, una volta installata, deve essere connessa al dispositivo Echo, che avrete comprato a parte. In seguito dovrete collegare il sistema alla rete WiFi.

Quando lo avrete installato e collegato, sul dispositivo comincia a lampeggiare una luce arancione per alcuni secondi . Quando è pronto per iniziare, Echo avrà tutto il perimetro colorato di una tenue luce verde. Quest’ultima  indica l’effettiva funzionalità del dispositivo e la corretta connessione al cloud Amazon. A questo punto, potete godervi tutte le sue comodità. Enjoy!

Contattaci subito per un preventivo

8 + 6 =

Preventivo online sito web

Preventivo online sito web

Come capire realmente da cosa dipende il tuo preventivo online sito web

 

Consapevolezza è sicurezza
Il modo migliore per creare ed implementare un sito web di successo è rivolgersi ad una Web Agency esperta. Ogni Web Agency può offrirti un preventivo diverso, inserendo voci di costo e importi differenti a seconda dei casi, proponendoti soluzioni alternative e variegate. Ma da cosa dipende veramente il tuo preventivo online sito web?

Avere una visione lucida e concreta della risposta a questa domanda è il primo passo per evitare di incappare in truffe o in qualche comportamento opportunistico da parte di queste agenzie.

Facciamo chiarezza
Se quello che vuoi è stimare un costo per cui: sostenere quella spesa X ti consenta il miglior ritorno dell’investimento per il tuo sito web, allora ti dico che questo è impossibile.

Non è possibile preventivare una spesa simile, ci sono altri fattori che concorrono al successo del tuo sito internet ( se vuoi approfondire > https://www.nardoniweb.com/contatti)

Quello che possiamo fare è stimare il costo per l’infrastruttura di un sito web.

Sono 10 i fattori da cui dipende realmente il tuo preventivo online sito web

  1. La tipologia di sito e-commerce che vuoi realizzare;
  2. La piattaforma e-commerce da te selezionata e l’eventuale hosting;
  3. Il livello di  personalizzazione grafica;
  4. Il tuo livello di conoscenza della realtà e-commerce e il tempo che fai spendere per la tua formazione;
  5. Il dettaglio delle personalizzazioni che desideri;
  6. Le integrazioni con gli eventuali software gestionali di cui disponi;
  7. Il tempo che sei disposto ad aspettare per averlo;
  8. L’esperienza della web agency o del freelance;
  9. Le professionalità e le persone necessarie per realizzarlo;
  10. I costi accessori ( ad esempio gli strumenti di misurazione della performance, l’ottimizzazione SEO).

Se vuoi approfondire > https://www.nardoniweb.com/contatti

Hai ancora dei dubbi? Vuoi altri consigli?

Siamo disposti a darteli gratuitamente, scambiamoci informazioni, parliamo dei tuoi progetti, analizziamo le opportunità insieme senza impegno
https://www.nardoniweb.com/contatti

preventivo online sito web prezzo internet ecommerce gratis free basso costo

Che tu sia un imprenditore, un libero professionista o un privato, il consiglio migliore che possa darti è rivolgerti a persone esperte che lavorano in questo campo da anni e mettono la loro conoscenza a disposizione di privati e imprese a costi vantaggiosissimi: Nardoniweb è la web agency di Firenze leader nel settore.

Contattaci subito per un preventivo

8 + 9 =

Call Now Button
Open chat