fbpx
Open Office come scaricare la suite completa

Open Office come scaricare la suite completa

Come usufruire di una suite gratuita per i file con le estensioni di Microsoft Office? Con Apache Open Office risolvi il problema

Spesso ci capita di voler utilizzare Microsoft Office oltre la scadenza del periodo di prova ma veniamo seriamente scoraggiati dai costi di abbonamento. Con il download di Open Office possiamo ovviare al problema riuscendo a leggere tutti i file del pacchetto office di Windows con programmi simili e molto intuitivi ( https://it.wikipedia.org/wiki/Apache_OpenOffice ).OpenOffice è una suite per ufficio completa, rilasciata con una licenza libera e Open Source che ne consente la distribuzione gratuita. Puoi leggere e scrivere file nei formati utilizzati dai prodotti più diffusi sul mercato e, a garanzia della futura accessibilità dei dati, nel formato open document, standard ISO. Nel pacchetto troverai anche la funzionalità di esportazione in formato PDF.

Negli anni si sono succedute varie versioni e adesso siamo arrivati alla edizione 4.1.6, scaricabile gratuitamente online.

Come installare Open Office

Una volta entrati sul browser e cercato “Apache Open Office / download gratis” la strada non è lunga per arrivare ad avere il pacchetto sul nostro PC. Al passo successivo vi verrà chiesto se scegliere di scaricare tramite Facebook o Google, e il nostro consiglio, che è sempre la soluzione migliore per la tutela dei dati, è di scegliere “download alternativo”. Così anonimamente potrete accedere al download dei file. Una volta scaricato l’installer basta fare doppio click e procedere avanti nell’istallazione. Più avanti dovrete semplicemente scegliere un nome utente e proseguire nella scelta fra istallazione o istallazione personalizzata (potete scegliere se installare solo dei singoli componenti). Le impostazioni possono essere modificate anche in seguito. Considerato che i programmi sono assolutamente fluidi e versatili, non appesantiscono i computer di recente produzione, potete quindi installare il pacchetto completo con le guide per poter scoprire meglio tutte le funzionalità.

Requisiti di sitema | Open Office

Ideale sia per un contesto privato che in azienda non ha particolari requisiti di sistema:

  • Windows XP, Windows 2003, Windows Vista, Windows 7, Windows 8, Windows 10
  • 1 GB di RAM (consigliato)
  • 650 Mb di spazio per installare i programmi su disco.
  • Risoluzione video di 1024 x 768 o superiore con almeno 256 colori.

Contattaci subito per un preventivo

14 + 11 =

How to hire influencer 2018

How to hire influencer 2018

ADVICES AND HINTS ABOUT HOW TO HIRE INFLUENCER FOR YOUR BUSINESS

 To Hire Influencer: Strategy for Your Business

Influencers are the key actors of the digital age, they are followed by thousands of people and they are able to influence their purchasing behaviour and opinions.

For all, they are modern stars. For a few people, smart like you, they are a huge opportunity to grow your business. But how do you hire influencers?

Here are a few tips.

FIRST OF ALL, LET’S EXPLAIN ONE THING: IT’S NOT LIKE YOU THINK! THE NUMBER OF FOLLOWERS IS NOT NECESSARILY A REFLECTION OF QUALITY WHEN YOU WANT TO HIRE AN INFLUENCER.

Other things matter, but let’s go step by step.

Step 1 Clear objectives, profitable collaboration What do you need? Increase sales, awareness, engagement or what else? Setting specific goals is the key to a successful campaign.

Step 2 Coherence If you sell furniture, it’s crazy to contact Chiara Ferragni. So make sure that the followers of the chosen influencer are within your target group before you engage the influencer. On social networks it is much easier to check people’s interests and profiles.

Step 3 How to rate an influencer It is not the number of followers we are interested in, but the frequency with which it shares on social networks, or even the type of brand it mentions in its publications (are they your competitors?), the frequency with which the influencer interacts with its followers, and the followers comment and interact with the publications or are they passive?

Costs are not usually standard, they change depending on the influencer and the factors I have just explained to you. You choose which budget to assign to the campaign and what kind of campaign to carry out: whether to limit yourself to a single social network or to involve several platforms where the influencer is working, etc…

A strategy that not everyone thinks about is to avoid top influencers and hire more micro-influencers, with fewer followers but with an increasingly important role (if considered as a whole). This is what Web Marketing experts say.

If you want to go deeper > https://www.nardoniweb.com/contatti/

Do you still have any doubts? Do you want more advice?

We are willing to give them to you free of charge, exchange information, talk about your projects, analyze opportunities together without any obligation, assistance 24h > https://www.nardoniweb.com/contatti/

hire influencer influencers marketing web seo online advertising

Whether you are an entrepreneur, a freelancer or a private individual, the best advice I can give you is to turn to people who have been working in this field for years and make their knowledge available to individuals and businesses at very low cost: Nardoniweb is the leading web agency in the industry.

Contattaci subito per un preventivo

13 + 2 =

Come guadagnare con Instagram usando il tuo profilo

Come guadagnare con Instagram usando il tuo profilo

Come guadagnare con Instagram, ottieni un guadagno dal tuo profilo

Come guadagnare con Instagram è una delle curiosità di giovani e meno giovani. Però come possiamo fare per sfruttare questo potente social? Ecco alcuni passi che possono portarti a monetizzare col tuo profilo.

Innanzitutto, concentrati su un argomento da trattare col tuo profilo e pensa al pubblico che puoi raggiungere.

Il passo successivo è sicuramente quello di creare contenuti di qualità. Foto di qualità e brevi video efficaci sono alla base di un uso vincente di questo social.

Basti pensare a chi ha creato o promosso dei veri e propri brand con format di video e foto su Instagram. Salt Bae, Chiara Ferragni e altri esempi meno popolari non sono altro che la testimonianza della potenza di questo mezzo.

Per guadagnare con le affilizioni o con l’influencer marketing su Instagram dovrai apprendere le migliori tecniche per far crescere il tuo profilo. L’uso di hastags e la creazione di una community sono aspetti tecnici ad esempio che dovrai conoscere in maniera approfondita per avere successo.

Come guadagnare con Instagram le basi dell’Influencer Marketing

Una volta raggiunto un adeguato numero di followers potrai finalmente essere contattato da aziende importanti. Quindi potrai guadagnare promuovendo prodotti. Questo sistema, detto anche influencer marketing è applicabile a tantissimi settori.

In pratica, i proprietari del profilo affiliato all’azienda di turno che vuol promuovere i suoi prodotti guadagnano una cifra a post stabilita per contratto. Ovviamente, per chi ha numeri intermedi (meno di 150K follower circa) ci sono altri metodi per guadagnare come le affiliazioni con link e piattaforme che permettono d’iscriverti a network che vendono pubblicità per i social.

Considera infine che un’ approfondita conoscenza del prodotto sponsorizzato ti aiuterà ad essere credibile e farà aumentare la brand awareness del tuo profilo. Ciò ti porterà a migliori guadagni. Questo avviene in quanto le aziende preferiscono affidarsi a personalità che associano la loro immagine a canoni di eccellenza nel loro settore. Mostrati dunque professionale e affidabile e i risultati non tarderanno ad arrivare.

Contattaci subito per un preventivo

8 + 9 =

Influencer marketing: cos’è e quanto si guadagna?

Influencer marketing: cos’è e quanto si guadagna?

L’influencer Marketing è una forma di marketing molto diffusa basata sull’influenza che certe persone hanno sul proprio pubblico per la vendita di prodotti o servizi.

L’influencer marketing si basa su gli “influencer”: persone che, grazie a competenze, conoscenze o abilità, si sono distinte nel loro settore ed hanno creato una community di cui ne sono diventate punto di riferimento. L’assunto di base è, quindi, che gli influencer riescono ad influenzare opinioni ed il comportamento di consumo dei loro seguaci.

Gli influencer trasmettono messaggi e generano conversazioni, instaurano rapporti e stimolano il passaparola. Così facendo aumentano la visibilità ad un brand. Chiara Ferragni o Giulia Valentina sono due esempi italiani ed internazionali molto famosi di influencers; ma è sbagliato credere che può esserlo solo chi gode di molta fama.

Nel momento in cui un’azienda vuole scegliere un influencer a cui affidarsi ciò che deve realmente prendere in considerazione non è tanto il livello di notorietà, ma la sua reputazione, quanta fiducia gli altri ripongono in lui.

Elementi chiave dell’Influencer Marketing

Riassiumiamo gli elementi imprescindibili di una buona strategia di influencer marketing:

  • Reputazione dell’influencer: deve essere solida e coerente con i valori del brand;
  • Autorevolezza dell’influencer: il pubblico lo deve riconoscere come competente ed affidabile nel suo settore. A questo si lega la fiducia ed il rispetto di cui gode;
  • Conoscenza: vale a dire quelle conoscenze o abilità che contraddistinguono un influencer;
  • Community: la rete di persone intorno all’influencer. Più sono numerosi i followers, più la rete aumenta;
  • Passaparola: è lo strumento attraverso cui il messaggio dell’influencer viene diffuso all’interno della rete;
  • Capacità comunicative e di influenzare opinioni e comportamenti.

A cosa serve l’Influencer Marketing?

Tracciamo i principali obiettivi che una strategia che fa leva su questo tipo di marketing può raggiungere:

  1. Accrescere la notorietà del bran
  2. Consolidare e migliorare la reputazione del brand
  3. Generare contatti e convertirli in clienti (Lead Generation)
  4. Stimolare le vendite 
  5. Diventare punto di riferimento del settore sfruttando la reputazione di cui gode l’influencer.

Quanto guadagna un Influencer?

I guadagni sono molto differenziati. Per chi ha una base di followers ben consolidata, il mercato dei Social Network è decisamente lucrativo. Secondo l’Economist, Instragram e Snapchat assicurano tra i 5 mila dollari per post per chi ha un massimo di 500 mila follower e oltre 150 mila dollari per chi super  i 7 milioni.

Cifre enormi, ma niente in confronto a ciò che offre YouTube, il canale più remunerativo: si guadagna più di 12 mila dollari per un contenuto condiviso con 500 mila follower, fino ad arrivare a 300 mila dollari con una community di oltre 7 milioni.

Contattaci subito per un preventivo

7 + 5 =

Call Now Button
Open chat