fbpx
Comunicazione aziendale online: fondamenti ed errori

Comunicazione aziendale online: fondamenti ed errori

Oggi è fondamentale creare una presenza solida sul web: la comunicazione aziendale online necessita di uno studio approfondito e dello sviluppo di una piattaforma aziendale.

Comunicazione aziendale online: cosa significa per la aziende essere presenti nel web? E’ sbagliato pensare che si tratti solo di avere un sito da utilizzare come vetrina del proprio lavoro. Questo non basta: con i miliardi di pagine presenti nel web non è possibile credere che gli utenti ci troveranno e sceglieranno noi in mezzo a tanti competitor.

Oggi è necessaria una presenza solida nel web che si basi su una piattaforma aziendale in modo da presentarsi e creare fiducia negli utenti/potenziali clienti e superare la concorrenza nei risultati di ricerca. Come fare? Costruisci una presenza affidabile ed una piattaforma digitale che permetta un reale e veloce contatto tra azienda e cliente. In questo articolo vedremo i passi principali per raggiungere questo obiettivo e gli errori da evitare.

Primo punto della comunicazione aziendale online: il sito ed il blog.

Il sito dell’azienda è il vero e proprio biglietto da visita. Proprio per la sua estrema importanza è consigliabile affidarsi ad un’agenzia web. Il blog aziendale offre alle aziende una possibilità di comunicazione online formidabile per trasmettere i propri contenuti e lavoro.

Quando un utente fa una ricerca è interessato a informazioni che rispondano a dubbi, forniscano una conferma, soddisfino una curiosità e naviga sul web in modo autonomo e ciascuno con i propri tempi. Per questi motivi il blog aziendale è una soluzione perfetta: un’azienda si presenta ed offre risposte, non proposte commerciali e pubblicità. Per essere efficace, il blog deve essere visto come uno scambio di informazioni tra aziende e possibili clienti, oltre che un mezzo per aumentare notevolmente le visite al proprio sito.

Assistenza clienti online

Per una buona comunicazione aziendale online è di fondamentale importanza l’attenzione ai propri clienti. Oggi acquisire nuovi clienti o perderli è questione veramente di poco: non rispondere in breve tempo ad email è un esempio di situazioni in cui un utente cercherà un’altra azienda.

Assistere un cliente significa offrire la stessa professionalità che ci sarebbe nella vita reale, faccia a faccia. Essere reperibili ed efficienti online porta con sé aumentare la propria affidabilità e fiducia.

Social media

  • Google My Business
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Pinterest
  • Instagram.

Curare i propri profili sociali e le relazioni che ne derivano rappresenta una chiave di successo dato l’enorme potenziali dei canali di comunicazione. Avere un piano editoriale per ogni Social Network è divenuto necessario, così come affidarsi a professionisti del mestiere, come Social Media Manager (clicca qui per approfondire).

Attenzione e interesse sono parole chiave per l’obiettivo di ogni strategia di comunicazione aziendale online: trasformare un utente in cliente. I Social offrono una platea così ampia di pubblico che trascurarli o non valorizzarli abbastanza significherebbe perdere tante opportunità.

GLI ERRORI nella comunicazione aziendale online

  1. Assenza di obiettivo: se un’azienda non ha in mente uno scopo ben preciso da raggiungere il risultato può essere di non riuscire a comunicare in maniera adeguata e, quindi, non catturare l’attenzione e l’interesse del proprio pubblico.
  2. Mancanza di chiarezza: il contenuto di ciò che pubblica un’azienda deve essere chiaro, semplice e lineare. Mettete da parte tecnicismi e paroloni per apparire “importanti” e adeguate il linguaggio al vostro target in modo da incuriosirlo, senza annoiarlo.
  3. Non analizzare il proprio target di riferimento: ciascuna comunicazione aziendale deve avere un target definito, cioè i destinatari della campagna, in modo da personalizzare il più possibile la comunicazione.
  4. Non confrontarsi con la competizione: per programmare una strategia di comunicazione efficace è necessario capire che sono i propri competitor.
  5. Contenuti poco coerenti: una comunicazione non coerente con l’attività aziendale non aiuta nel tuo obiettivo. Occorre concentrarsi nella produzione di contenuti efficaci e tarati sul target di riferimento che riescano a descrivere fedelmente cosa l’azienda può offrire agli utenti.

 

Contattaci subito per un preventivo

13 + 7 =

Website for hotel – tips for success

Website for hotel – tips for success

CREATING A SUCCESSFUL WEBSITE FOR HOTEL IS THE FIRST STEP TO INCREASE RESERVATIONS

Among all existing digital strategies for promoting your accomodation activity we will mention some examples and tricks concerning the hotel website. In the hotel daily life the question is…How can I increase room occupancy?

Let’s avoid to mention the endless quibbles of hospitality management…here are some clear ideas about how to be succesful on the web.

Whether you have a small or large hotel, the web will always be the preferred booking channel.

website for hotel

Here’s how to create an efficient website (without giving up selling rooms on the various booking channels)

Firts, focus on disintermediation. You will have more profits and happy customers that will take advantage of affordable rates. Booking.com is a nice window to the world of potential customers but it’s nice to be able to make it by saving expensive fees.

  • Diversify the offer with unique packages and discounts only bookable from your hotel’s website. Create a practical and engaging booking form on the home page
  • SEO. Google’s algorithm is constantly evolving. The SEO optimization of website for hotel must therefore be constant.
  • Update your site content and create a blog where you can write articles in order to attract visitors to your page.
  • Adopt best quality web design with realistic and high definition pictures. Customers want a pleasant experience during the stay and good pictures help direct reservations.
  • Mobile optimization. Reservations from mobile devices are constantly increasing, don’t forget to be ready to get them too!

These steps are only part of your hotel’s digital marketing plan, but they are at the heart of it. As a matter of fact any kind of choice redirects to your hotel’s official website.

Contact us for information on how to create the ideal website for your hotel.

You can also have a look at this https://www.nardoniweb.com/il-digital-marketing-per-le-strutture-ricettive

Contattaci subito per un preventivo

5 + 14 =

Woo commerce: l’abc del plugin WordPress per e-commerce

Woo commerce: l’abc del plugin WordPress per e-commerce

Trasformare un sito Web WordPress in un negozio di e-commerce efficace, semplice e potente, partendo dall’abc con woo commerce.

WordPress è un ottimo strumento di lavoro sul web ed offre molte possibilità. Grazie a questo plugin possiamo sfruttarle al meglio, in particolare in ambito e-commerce. La creazione di un sito web di e-commerce può essere un viaggio molto difficile. Grazie alla community di WordPress abbiamo a disposizione dei plugin incredibili come woo commerce (https://it.wordpress.org/plugins/woocommerce/)che possono aiutarci a raggiungere l’obiettivo partendo dall’abc.

Nota bene, il marchio è registrato così: “WooCommerce”. Qui chiamato woo commerce per semplificare, con parole staccate.

woo commerce

Perché Woo commerce?

Innanzituto è gratuito. Basta installarlo e usarlo gratuitamente. Molto semplice. L’estensione è infatti totalmente open source.

Lo scopo principale di questo plugion è vendere prodotti. La sezione prodotti è il posto dove trascorrerai la maggior parte del tuo tempo a gestire il tuo negozio.

Come funziona il sistema di Woo commerce?

Il sistema di carrello woo commerce funziona come tutti gli altri negozi di e-commerce. Basta aggiungere il prodotto al carrello, passare alla pagina di checkout, compilare il modulo, inviare l’ordine e il gioco è fatto.
Gli ordini vengono creati quando un cliente completa la procedura di checkout e sono visibili solo agli utenti Admin e Shop Manager.

Per gestire gli ordini in woo commerce hai una pagina di gestione con una tabella che ti fornisce informazioni su ogni singolo ordine. Potrai monitorare così lo stato dell’ordine, ID ordine, ora, prezzo ecc…

Oltre a gestire gli ordini è possibile creare report e sfruttare tantissimi tools per il controllo dell’andamento della tua attività online in tempo reale.

Quanto è difficile impostare woo commerce?

Possiamo affermare che il plugin non è difficile da impostare, semplicemente richiede quel periodo di rodaggio per imparare al meglio la gestione del plugin.

I passaggi principali sono:

  • Installare WordPress. Puoi trovare molti tutorial su questo argomento. Cerca su Google e troverai tutto ciò di cui hai bisogno.
  • Scaricare e installare il plugin WooCommerce. Nell’area di amministrazione vai su Plugin> Aggiungi nuovo> Quindi cerca WooCommerce nell’angolo in alto a destra e procedi all’installazione
  • Impostazioni generali di WooCommerce. Dopo aver installato il plugin, sei pronto per configurarlo correttamente. Nell’area di amministrazione vai nella sezione “impostazioni”.

Il gioco è dunque fatto, provare per credere, e possiamo iniziare ad inserire e vendere online i nostri prodotti.

 

Contattaci subito per un preventivo

12 + 13 =

Local SEO: cos’è e come funziona?

Local SEO: cos’è e come funziona?

La Local SEO riguarda il posizionamento geolocalizzato (locale) di un sito web sui motori di ricerca. Obiettivo: visibilità nelle ricerche in zone geografiche determinate.

La Local SEO consente di posizionare il sito della propria azienda nelle ricerche sui motori di ricerca in modo da guadagnare visibilità con potenziali clienti in precise zone geografiche. Si tratta quindi di un approccio di web marketing molto mirato. Viene da sé la principale differenza con la SEO (Search Engine Optimization) che si occupa dell’ottimizzazione del posizionamento di siti web su ricerche nazionali, non circoscritte ad un determinato territorio.

Vediamo allora nel dettaglio a chi è destinato e come funziona.

Chi usufruisce del Local SEO?

La Local SEO, per la sua funzione, risulta molto utile per tutte le attività che operano a livello locale e che hanno l’obiettivo di promuovere il loro brand e lavoro:

  • hotel
  • artigiani
  • negozianti
  • commercialisti
  • avvocati
  • scuole guida
  • fotografi
  • ristoratori.

Questi sono solo alcuni esempi delle tante attività che hanno interesse ad essere conosciuti nel loro territorio. Anche attività che hanno filiali in diverse città possono trarre vantaggi dalla Local SEO: basterà ottimizzarla in ogni città differente.

Spesso gli utenti nelle loro ricerche digitano, ad esempio, “meccanico Firenze” o “hotel Roma”. Proprio con questa specifica delimitazione territoriale si determina un tasso di conversione più alto rispetto a quelle generiche.

La Local Searh e SEO stanno ottenendo sempre più successo grazie alla diffusione degli smartphone.

Come funziona la Local SEO?

Ecco i punti fondamentali per portare avanti una corretta Local SEO.

Scheda Google My Business. Con questa piattaforma potrai creare un profilo della tua attività che sarà poi inserita sulla mappa di Google. Fornire più informazioni possibili è molto importante:

  • crea una descrizione dettagliata;
  • scegli la corretta categoria;
  • carica delle belle foto;
  • inserisci gli orari di apertura e chiusura;
  • inserisci numero di telefono e contatti;
  • aggiorna spesso il profilo.

Rilevanza, distanza e prominenza. Questi tre fattori sono combinati insieme da Google in modo da offrire all’utente il miglior risultato possibile in base alla sua ricerca.

  1. La rilevanza o pertinenza riguarda quanto la scheda local corrisponde a ciò che viene cercato sul browser.
  2. La distanza riguarda quanto è distante il risultato della ricerca dalla località utilizzata per la ricerca. Se viene ricercato “dentista Firenze” compariranno solo i risultati di quella città e non altre. Se, invece, non viene specificato il luogo, Google fornirà risultati in base all’indirizzo IP o la localizzazione dello smartphone.
  3. La prominenza o importanza. Fattore che indica quanto un’attività è conosciuta: articoli in cui è menzionata, recensioni e valutazioni positive influiscono notevolmente.

Ottimizza il sito per smartphone e tablet. E’ ormai fondamentale questo passo. Rendi le informazioni come orari di apertura e numero di telefono subito ben visibili: l’utente vuole ottenere info velocemente.

Utilizza Google Keywords Planner per le parole chiave. Google Keywords Planner fornisce una lista di parole chiave in base alla categoria. Utilizza più filtri possibili.

Ottimizzazione On Page. Ottimizza il sito web: usa il nome della città nel title tag, nella meta description, in H1 ed eventuali H2 ecc., nelle immagini, nel testo e nell’url.

Apri profili Social. Crea una pagina su Google Plus, Facebppk, Twitter e magari anche su Instagram.

 

Contattaci subito per un preventivo

13 + 9 =

SEO e SEM Specialist: i maghi del web

SEO e SEM Specialist: i maghi del web

Gli specialist del web marketing che lavorano sui due rami più importanti: SEO e SEM. Ma chi sono queste due figure? Cosa fanno e quanto guadagnano?

SEO e SEM specialist si occupano rispettivamente Search Engine Optimization e Search Engine Marketing. Abbiamo approfondito nel dettaglio queste strategie in due articoli (qui per SEO e qui per SEM). Brevemente:

  • la SEO si occupa di accrescere la visibilità delle pagine di un sito nei risultati dei motori di ricerca. Comprende sia elementi creativi, sia tecnici, ma entrambi non a pagamento.
  • la SEM, invece, include tutte le azioni che mirano a indirizzare traffico qualificato verso un dato sito web. Fanno parte di questa strategie link building, landing page, Social media marketing.

SEO e SEM sono servizi differenti ma interdipendenti.

SEO specialist

Lo specialist SEO è colui che:

  • riesce a curare ed a migliorare il posizionamento del sito sui motori di ricerca
  • è in grado di attrarre utenti realmente interessati a ciò che un’azienda offre
  • si occupa del sito e lo ottimizza.

Le sue principali competenze riguardano:

  • ogni aspetto del sito in modo da ottimizzare l’esperienza dell’utente
  • saper interpretare le SERP (cioè le pagine dei risultati sui motori di ricerca)
  • l’HTML
  • capacità di studiare la concorrenza
  • SEO Audit per controllare lo stato di salute di un sito
  • curare l’attività di link building
  • creare e curare un piano editoriale
  • usare i principali seo tool, excel e strumenti di analisi tecnica
  • usare Google Analytics e Google Tag Manager
  • saper scrivere, in modo accattivante.

SEM specialist

Il lavoro di questa figura consiste principalmente nel pianificare campagne pubblicitarie online, pay per click o attraverso newsletter, riuscendo ad incrementare la popolarità di un sito e valutando, grazie ad appositi strumenti analitici, i risultati della sua attività.

Si tratta di una figura poliedrica con spiccate doti comunicative e di analisi. Le sue attività riguardano:

  • pianificazione di strategie di web marketing, social media marketing e search engine marketing. La principale piattaforma utilizzata è Google Adwords, il servizio di pubblicità online del famoso motore di ricerca.
  • pianificazione campagne Pay-per-click, con gestione del budget e monitoraggio.
  • Misurazione costante dei risultati attraverso, principalmente, Google Analytics, in modo da modificare gli aspetti della campagna che non funzionano.
  • Attività SEO se necessaria.

Quando guadagnano gli specialisti del web?

I dati mostrano che un  SEO-SEM specialist nel primo anno, da 0 a 18 mesi, guadagna tra i 20 e 25 mila euro all’anno.

Dai 18 ai 36 mesi la cifra si aggira sui 26-30 mila euro annui.

Dai 3 anni di esperienza in su si può guadagnare circa 35 mila euro annui fino ad arrivare, dai 5 ai 9 anni di esperienza, a 60.000/80.000 euro all’anno.

Ricordiamoci che sono professioni sempre più richieste nel mercato. La sfida di questi professionisti è quella di proporre un valore reale ai clienti, partendo da un bisogno comunicativo/commerciale per elaborare una adeguata strategia di marketing.

Contattaci subito per un preventivo

13 + 7 =

Come migliorare il posizionamento su google maps

Come migliorare il posizionamento su google maps

Ti regaliamo un BONUS DI € 50,00

 

Come migliorare il posizionamento su google maps, trucchi di Local Seo

Un buon posizionamento è fondamentale nelle ricerche locali. Infatti, grazie all’avvento dei devices mobili, la ricerca locale è diventata sempre più di vitale importanza. Capire come migliorare il posizionamento su Google Maps è dunque fondamentale per la tua attività.

Dopo l’apertura della scheda Google my Business il lavoro per promuovere la tua attività su Google Maps, facendo una corretta Local Seo è appena iniziato.

Come migliorare il posizionamento su Google Maps

Google prende in considerazione vari fattori per il ranking. A maggior ragione monitorare la presenza della tua attività su Google Maps è importantissimo. Come nel caso dei siti internet infatti, Google penalizza le schede su Maps poco movimentate o con meno recensioni. Vediamo dunque alcuni passi fondamentali per spiccare nelle ricerche.

  1. Inserisci tutte le informazioni possibili sulla tua azienda nelle apposite sezioni.
  2. Mantieni gli orari di apertura sempre aggiornati e considera la scheda su Google Maps un punto di riferimento. In pratica, nella sezione del tuo sito “dove siamo” è fondamentale linkarla in modo da integrarla ai contenuti della tua pagina web.
  3. Effettua la verifica della sede della tua attività. Ciò conferisce autorevolezza alla tua presenza su Maps e ti permette di spiccare nelle ricerche rispetto a chi non ha ancora compiuto questo passaggio.
  4. Gestisci con cura le recensioni. Nel mondo interconnesso le recensioni sono tutto. Rispondere alle recensioni è fondamentale. Soprattutto, è importante avere una corretta gestione dei reclami e comunque far sentire la propria presenza positivamente dando più feedback possibile a chi recensisce.
  5. Crea interazione con la tua presenza su Google. L’uso di tag di geolocalizzazione da parte degli utenti può aiutarti. Inoltre, puoi inserire in prima persona delle foto del posto (fondamentale per ristoranti) per aumentare ancora di più l’interazione da parte degli utenti.
  6. Collega le pagine social alla tua scheda Google Maps (Google my Business). Il tasso di engagement dei social influisce in percentuale bassa nel posizionamento su Google Maps ma anche questo fattore non va trascurato

In conclusione, non dimenticarti di essere costante nel tenere attiva la tua presenza su Google Maps, sicuramente la tua attività ne trarrà beneficio.

Contattaci senza impegno per saperne di più a riguardo…

Prendiamoci un caffè e troviamo la miglior soluzione per le tue esigenze… CONTATTACI ORA SENZA ALCUN IMPEGNO !

Ti ringraziamo per aver visitato il nostro sito internet. Contattaci ORA e noi ti garantiamo una risposta entro al massimo le 24 ore lavorative con le offerte per soddisfare le tue esigenze.

INVIACI UN MESSAGGIO ORA

Contattaci subito per un preventivo

15 + 9 =

Call Now Button
Open chat